Il caffè migliora le capacità cognitive, soprattutto nella “terza età”

Per molti di noi bere un buon caffè Covim è il modo migliore di cominciare una giornata. Oltre ad essere un’ottima bevanda, aiuta a svegliarsi e ci dà l’impressione di riuscire ad essere più attenti e concentrati.

Uno studio dell’Università di Bristol fa luce su un altro effetto importante di questa bevanda: la caffeina aiuta a migliorare sensibilmente i tempi di reazione, specialmente nella terza età. In particolare, i ricercatori hanno scoperto che gli anziani che assumono due tazze di caffè al giorno, ottengono punteggi molto più alti ai test sull’attenzione.

Questi risultati sono così incoraggianti che stanno persino aprendo la strada a nuovi trattamenti per migliorare la capacità cognitiva delle persone affette da alcune patologie.

Condividi su:
Posted in:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *